Istoria della vita e delle di Quatremere De Quincy

Pagina (687/867)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

      ╗ 687 ź
      neratrice del buon gusto : e n' avevamo ben ragione , perchŔ oltre alla somma difficoltÓ di saper distinguere le prime opere del Sanzio da quelle del suo maestro, del Francia , e di altri suoi condiscepoli o contemporanei, co'quali us˛ famigliaritÓ nella replicate volte che visit˛ Firenze; pare a giorni nostri predomini una certa non so qual licenziosa tendenza a sostenere per opere di quel divino alcune dipinture, che a dir vero non portano con loro che la sola brama espressa , od a loro solamente attribuita di voler giugnere a quell* apice di perfezione, oltre il quale nulla pi¨ rimane al dottrinato osservatore da desiderare. Ma se in siffatti giudizj, che dire si possono erronei, concorse 1' opinione di molti , non. si uni per˛ mai quella dei pi¨ valenti professori, i quali sono i soli giudici che possono in cotali opere con maggiore sicurezza pronunciare. Tale non Ŕ la cosa rispetto alla pittura posseduta dal Bisi: essa porta con sŔ scolpito all'evidenza il carattere di Raffaello, quando questi vedute le opere di Masaccio , del Frate, e di altri fiorentini, abbandonava di giÓ la prima sua maniera peruginesca , e si avanzava a grandi passi verso la seconda ; che per tale infatti viene da tutti ritenuto.
      Quantunque questo soggetto sia stato eseguito in si piccola dimensione, nullÓdimeno seppe Raffaello presentare agli occhi degli artisti una elegantissima composizione con tutto quell' amore e quell' intelligenza condotta , onde si distinse sempre in ogni suo lavoro. Nel mirare questo ci sembra come di vedere un quadro grande osservato col mezzo di una lente , la quale riducendo l'oggetto pi¨ in ristretto compare esservi maggiore finitezza , senza detrarre per nulla quel tocco franco come se fosse veduto alla stessa grandezza: e vi posso assicurare che questo dipinto compare essere di maggior dimensione, sia per 1' artificio col qoale son condotte , come per la disposizione delle figure e del fondo. Gli intelligenti trovano in questa pittura tutto
      ' ^.ooQie


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

   

Istoria della vita e delle opere di Raffaello Sanzio da Urbino
di Quatremere De Quincy
Sonzogno Milano
1829 pagine 847

   

Pagina (687/867)




[ Home Page Raffaello Sanzio ]




Sanzio Francia Firenze Bisi Raffaello Masaccio Frate Raffaello Qie Nel Gli