Istoria della vita e delle di Quatremere De Quincy

Pagina (638/867)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

      2╗ 638 <5
      ( Vedi a pag. , nota )
      Sopra il ritratto di Antonio Tebaldfeo, dipinto da Raffaello, e posseduto dal cav. e professore Antonio Scarpa in Pavia.
      Il conte, cav. Luigi Bossi , al Traduttore italiano.
      F. LoncaiifA.
      Mentr'io bramoso di contribuire al nobile lavoro da lei intrapreso col tradurre la bella vita di Raffaello del sig. Qaatremere de Quincy e coli' arricchirla di copiose note, andava cercando se trovare si potesse alcuna notizia intorno quell'esimio pittore e le sue opere, oltre quello che scritto io ne aveva nelle mie note alla Vita e Pontificato di Leone X del sig. Roscoe , mi venne fatto di vedere in Pavia presso il celebre cavaliere professore Scarpa, possessore, come Ella ben sa , di molti quadri che dire si possono capitali, un ritratto bellissimo che certamente dee riguardarsi come opera di quel sommo pittore, tutte concorrendo le prove a dimostrare che quella sia l'immagine di Antonio Tr-baldeo, o Tebaldeo come scriveva l'Ariosto, dipinta dall'Urbinate mentre quel ginreconsulte e poeta era nel fiore dell' etÓ sua, e nel momento della sua maggiore celebritÓ, per commissione probabilmente di Lucrezia Borgia , che quel poeta aveva ne'suoi versi celebrata.
      Noto Ŕ che il Tebaldeo, nato in Ferrara verso T anno i^S-j t Tccossi in Roma, ove coltiv˛ con ardore la poesia italiana e la-
      ^.ooQle


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

   

Istoria della vita e delle opere di Raffaello Sanzio da Urbino
di Quatremere De Quincy
Sonzogno Milano
1829 pagine 847

   

Pagina (638/867)




[ Home Page Raffaello Sanzio ]




Antonio Tebaldfeo Raffaello Antonio Scarpa Pavia Bossi Traduttore LoncaiifA Raffaello Quincy Vita Pontificato Leone X Pavia Scarpa Ella Antonio Tr-baldeo Tebaldeo Ariosto Urbinate Lucrezia Borgia Tebaldeo Ferrara Tccossi Roma Qle Roscoe