Istoria della vita e delle di Quatremere De Quincy

Pagina (232/867)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

      gita di ýViear.
      ╗ 233 ź
      <Tavere potuto dare ai soggetti del genere semplice, come sono i ritratti, una grandezza di forma, un vigore di rassomiglianza a tale punto, cui non toccherÓ giammai quegli onde il pennello non Ŕ giunto alle sfere superiori dell'arte, alla sublimitÓ..
      Ritratto di Gio- A qualunque grado di mŔrito e di valore imitativolio II. J1 . ......
      - che Raffaello abbia portato i numerosi e diversi ritratti, Moraee nuli* COI abbiamo citato , nelle salÚ del Vaticano, non era ren'esJdu'e- nella natura dei mezzi del genere di pingere a fresco , il poter dare a tali ˛pere la finitezza preziosa dei ritratti a olio : e quindi, malgrado tutto ci˛ che si pu˛ vantare nei primi, questi non safprftbbono rendere l'idea compiuta dŔli' ingegno di Raffaello, per la forza del colorito e la magýa della rassomiglianza, a coloro che non avessero veduto li suoi ritrˇtti dŔi papi Giulio II e Leone X.
      Quello di Giulio II precedettŔ l'altro di quattro o cinque anni ; il colorito n' Ŕ meno vigoroso, e'1 suo effetto partecipa alla seconda manierache alcuni preferiscono alla terza j perchŔ v? ha pi¨ chiarezza nelle tinte, pi¨ preziositÓ nel lavoro, e pi¨ semplicitÓ nella esecuzione. Aggiugniamo, rispetto a questo ritratto, .che il carattere della testa del pontefice ha . una energica veritÓ d' espressione , che Raffaello non ha giammai Sorpassato. ; i.
      Non ha esso il solo merito comune della rassomiglianza , e non basterebbe all' elogio d'una tale opera il Dar osservare sia la precisione del tratto, sia 1' esatta riunione delle forme dŔlia testa, delle particolaritÓ del volto: tali lodi appartengono a mˇlti ritratti, i quali offrono il solo esterno della persona. Ma a' che questo


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

   

Istoria della vita e delle opere di Raffaello Sanzio da Urbino
di Quatremere De Quincy
Sonzogno Milano
1829 pagine 847

   

Pagina (232/867)




[ Home Page Raffaello Sanzio ]




Viear Tavere Gio- A Raffaello Moraee Vaticano Jdu Raffaello Giulio II Leone X Giulio II Raffaello Sorpassato Dar