Istoria della vita e delle di Quatremere De Quincy

Pagina (207/867)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

      307 *
      lissimo in ci che si deve chiamare il meccanismo dell'arte. Tuttavia n lo studio della natura (di quella cio che dirge la critica del gusto), n li modelli dell' antichit, allora sconosciuti in Germania, non avevano potuto far uscire .la sua maniera dalle tracce di quel gusto che si disse gotico, e che cominciava ad essere molto lontano ancora da quello d'Italia. Le prove de'suoi intagli non * v - , ^ si commerciavano che in Venezia, e non circolavano ^che in un piccolo numero di individui.
      Si pu facilmente figurare qual effetto dovesse produrre in Roma l'intaglio, che v' era quasi sconosciuto, al- * - > s lorquando vi si fece conoscere, ma in un mode pi ampio, riproducente sotto l'eccellente ed ardito4 bulino di v * Marcantonio quelle bellissime composizioni di Raffaello, che fino allora non aveano potuto uscire da suoi ' portafogli, n acquistare per mezzo della moltiplicazione che ne d la tiratura delle stampe j quella rinomanza universale che l'opera dell'intaglio fa acquistare a quella del pittore.
      * Si potrebbe chiamare ardito, tra gli antichi intagliatori, il bulino di Goltzio , del vecchio Mller, di Saenredan ; e tra moderni quello di Schmidt, di Sharp e d' altri molti, non mai quello di Marcantonio : il quale molto pi timido anche de'suoi contemporanei. Non bisogna confondere l'arditezza de' contorni, che tutta pittorica , sebbene anche in questi Marcantonio sia pi severo che ardito con quella del bulino che tutta incisoria.
      Si chiama, per esempio, arditezza di bulino un moto , e di quando in quando ima grossezza di tagli fuori dell' ordinario; il passare da un tratteggio risentito ad un altro fino e delicato; l'esprmere certi oggetti con un solo taglio, dove altri vi impie-gherebbono i contratagli; e con tutto ci rappresentar bene il soggetto in modo che nulla lasci a desiderare.
      ^.ooQie


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

   

Istoria della vita e delle opere di Raffaello Sanzio da Urbino
di Quatremere De Quincy
Sonzogno Milano
1829 pagine 847

   

Pagina (207/867)




[ Home Page Raffaello Sanzio ]




Germania Italia Venezia Roma Marcantonio Raffaello Goltzio Mller Saenredan Schmidt Sharp Marcantonio Marcantonio Qie Non