Istoria della vita e delle di Quatremere De Quincy

Pagina (125/867)

   

pagina


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

      S╗ 125
      Non dimentichiamo d' osservare eziandio con quale arte , che non lo sembra essere , tutto lo spazio di mezzo del quadro sia restato vˇto. Ebbene tale vˇto, cbe divide realmente la composizione , Ŕ precisamente il legame dell' unitÓ morale e grafica. Mentre che serve a meglio dirigere sul gran Sacerdote 1' attenzione e la vista dello spettatore, ciascuno comprende essere desso una delle condizioni voluta dal soggetto, essendo questo lo spazio ch'hanno percorso li ministri della vendetta: ed ecco pure la cagione della mischia di spettatori nell' angolo del quadro opposto a quello occupato da Eliodoro : quivi gli'ha precipitati necessariamente lo spavento. Da questo risulta quel bello e naturale contrasto da una parte di tutte le espressioni di timore, di curiositÓ, di sorpresa, opposte dall' altra allo spettacolo di violenza, di dolore e di rabbia d'Eliodoro e de' suoi satelliti *.
      ministri della divina vendetta, coi ladroni gettati a terra per lo spavento, che particolarmente l'Angelo a cavallo Ŕ pieno di una divina e nobilissima ira ; e che esteticamente parlando la nobiltÓ , il decoro sono appunto i inquisiti dell' ira.
      * Nella esposizione de' grandi e piccoli concorsi ai premii, e delle opere degli artisti e de' dilettanti nelle gallerýe dell' 1. R. Accademia delle Belle Arti, eh' ebbe luogo nel i8a5 in Milano, abbiamo veduto veramente con dolcissima sorpresa due disegni del sig. Pietro Anderloni, membro della stessa I. R. Accademia, ed intagliatore di grande estimazione, eseguiti a matita nera , tratti da dipinti del Vaticano, e rappresentanti uno la pittura d'Eliodoro, l'altro quella d'Attila. La vista di tali disegni traeva a sÚ l'ammirazione dell' intelligente, il quale non sapeva staccarsene dal mirarli, tanta era la soddisfazione che ne provava 1' a-nimo suo per ogni rispetto : essi veramente non lasciavano nulla ' a desiderare per la perfezione del loro eseguimento. Dio voglia^.ooQle


Pagina_Precedente  Pagina_Successiva  Indice  Copertina  Immagine

   

Istoria della vita e delle opere di Raffaello Sanzio da Urbino
di Quatremere De Quincy
Sonzogno Milano
1829 pagine 847

   

Pagina (125/867)




[ Home Page Raffaello Sanzio ]




Sacerdote Eliodoro Eliodoro Angelo Accademia Belle Arti Milano Anderloni Accademia Vaticano Eliodoro Attila Qle Pietro Dio